Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social : IL CONFRONTO !

Pubblicato il Pubblicato in Blogging

Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto

I social media management tools sono i nostri migliori compagni di viaggio nella fitta e tortuosa digital jungle. Sono degli amici essenziali, per  riuscire a gestire il torrente di news e post in cui siamo costretti a nuotare giorno dopo giorno…

Wait..Sono partito dando per scontato che sai cos’è e a cosa serve un social media management tool.

Facciamo un piccolo passo indietro e vediamolo insieme.

Un social media management tool è la piattaforma che ti permette di gestire uno o più account social consentendoti lo scheduling del post attraverso il filtraggio delle notizie e le risposte immediate anche a un semplice messaggio.

Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confrontoBuffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto

Una marketing strategy seria non può fare a meno di questi tools; con quali vantaggi?

Per prima cosa, come già anticipato, consentono una gestione efficace di profili multipli nei nostri social network

Altra funzione importante è quella che consente di tenere traccia di specifiche keyword e schedule dei post, con prezioso risparmio di tempo.

Per questa review ho scelto tre dei migliori social media management tool presenti sul mercato al momento:

psss… ho deciso di fare anche una video review su questo confronto, puoi comodamente guardarlo nel video sottostante oppure scrollare verso il basso e  leggerla direttamente nell’articolo !

Buffer, Hootsuite , Sprout social

Prima di analizzarli, ho pensato di stilare una tab comparativa di quelle che sono le features di questi tools:

Social Media Management Tool BUFFER HOOTSUITE SPROUT SOCIAL
Prezzo Presente il Free Plan. Piano a pagamento a partire da 10$ al mese per privati, fino ad un massimo di 399$ al  mese per aziende. Presente il Free Plan. Piano a pagamento da 9.99$ fino ad un prezzo personalizzato per realta` aziendali. Non presente un free plan. Il primo piano disponibile e` a pagamento  da 99$ al mese con 1 mese. Si puo` arrivare ad un massimo di 249$ al mese.
Interazioni con altri Social Media Facebook (profilo, pagina, grouppi), Twitter, LinkedIn (profilo, gruppi, company), Google+ (solo pagine), Instagram, Pinterest (solo su piani a pagamenti) Facebook (profilo, pagina, grouppi), Twitter, LinkedIn (profilo, gruppi, company), Google+ (solo pagine), profili social extra attraverso l’interazione di third part app. Facebook (profilo, pagina, grouppi), Twitter, LinkedIn (profilo, gruppi, company), Google+ (solo pagine), Instagram.
Analytics Likes, mentions, retweets, and clicks, crescita dei followers Posts, followers growth, interazioni e traffico; gli analytics base sono  free Audience growth and analysis, interazione post, trends.
Candelerizzazione Contenuti Si, ma limitati a 10 post nel pinao free Si, senza limiti Si, senza limiti
Pubblicazione Contenuti Yes, con solo un 1 feed a disposizione nel free plan, altri diposinibili con il piano a pagamento Yes e si possono agginugere RSS feed anche nel piano free Si
Team Si solo nel piano a pagamento Si, solo nel piano a pagamento Si
Funzioni Extra Pablo image creation platform, custom URL shortener and bit.ly integration. Dashboard completamente interfecciabile con le proprie esigenze, bulk upload of messages on paid plans, custom URL shortener, multiple immagini per post. Pubblicazione ed invio contenuti ottimazto a seconda delle rispsote degli utentu, social CRM, inbox generaler per tutti I social bit.ly integration

Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto

In ordine alfabetico  analizziamo i pro e i contro, per capire quale possa essere il più adatto al caso nostro.

 Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto

 

Buffer è famosissimo per la semplicità di utilizzo.

Appena provato, non ho potuto che confermare la veridicità di tale attribuzione.

Sul piano visual appare completamente diverso da Hootsuite; risulta immediato all’occhio dell’utente, che Buffer sia stato pensato principalmente per un’altro scopo: quello di essere un  potentissimo tool di schedulazione di contenuti.

Aspetto ancora di più esaltato dalla possibilità di usare Pablo, feature aggiuntiva di Buffer, che ti permette di creare una grafica unica per evidenziare e customizzare maggiormente i tuoi post.

In estrema sintesi, Buffer ci offre immediatezza di utilizzo e una calendarizzazione dei contenuti al meglio.

Sul piano dell’analytics Buffer non brilla come Hootsuite; possiede, infatti, semplici, anche se utili, analytics con cui fare tracking di retweets, mentions e like.

Punto a favore per le analytics di Buffer è la possibilità di usare short URL con bit.ly che possono essere facilmente poi utilizzati per tracking.

Pro:

  • User friendly;
  • Calendarizzazione dei contenuti impeccabile;
  • Browser extension, mobile apps, e ottima integrazione di Buffer con Feedly e WordPress.

Contro:

  • Scarna analytics feature;
  • Interfaccia eccessivamente semplicistica se paragonata ad Hootsuite.

 

Questo tool nasce con l’obiettivo di offrirvi un’ampia overview sul vostro panorama social.

Eccelle, in questo, attraverso un’ampia dashboard completamente customizzabile che può essere personalizzata con feed provenienti dalle nostre diverse piattaforme social; aspetto accattivante con una schermata multicolumn facilmente adattabile alle nostre più disparate esigenze. Possiamo, infatti, scegliere i social media che vogliamo visualizzare e il tipo di flusso che vogliamo ricevere: news, feeds, messaggi, mentions ecc.

Hootsuite ci da la possibilità di gestire tutte le più famose socialmedia plaform: Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, Google +, You tube.

In più possiamo integrare nel suo utilizzo altre piattaforme come ad esempio Foursquare, Pinterest, accessibili attraverso l’installazione di estensioni di terze parti.

A livello di calendarizzazione dei contenuti, Hootsuite ci permette di pianificarne  fino a 10 per giorno (limite superabile con l’acquisto della versione pro).

Inoltre, il pro plan ci consente di aggiungere anche diversi team member e assegnare, quindi, task per collaborare in squadra su un unico progetto.

Pro:

  • dashboard con multi column streams che rendono la situazione facile da monitorare;
  • ottima integrazione con third parties apps;
  • mobile version di facile utilizzo, che permette di interagire con la piattaforma in qualsiasi momento.

Contro:

  • la sezione analytics di questa piattaforma è molto costosa;
  • short URL non integrabili con third parties URL; questo significa che spesso può risultare difficile fare un accurato tracking della nostra campagna fuori dall’environment di Hootsuite.

 

 

Sprout social, a differenza delle altre platform analizzate, si caratterizza per un tool omnicomprensivo che ci consente di calendarizzare post, pubblicarli, analizzarli e relazionarci con il nostro audience.

Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto

Ma allo stesso tempo, a differenza degli altri tools, non possiede un free plan.

Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto

Viene rilasciato in prova gratuita per 30 giorni, terminati i quali saremo costretti a passare al piano a pagamento al costo di 99 $ al mese, se vogliamo continuare ad utilizzarlo.

Deluxe Plan include:

  • A full Social Inbox
  • Brand Monitoring in real-time
  • Schedule posts in advance for Twitter, Facebook, and LinkedIn
  • Social CRM Tools
  • Reporting Tools
  • Supports up to 10 profiles at once
  • Sprout Social Browser Extension
  • Mobile Apps
  • Training and support

 

Sprout social ha tanto da offrire e, sicuramente, la cifra che andrete a pagare con il piano deluxe sarà ben ripagata se avete diversi multipli account da seguire.

Uno dei punti di forza di questo management tool e` lo smart inbox. Si tratta di una mail box che racchiude tutta la posta dei vostra social in un solo posto.

Questo vi consente di avere tutto sotto controllo senza dover fare zapping da una piattaforma all’altra per controllare la posta in entrata.

Sprout social è di facile utilizzo; la tab message vi mostrerà menzioni e tweet scelti mentre la feed tab vi permetterà di accedere alle diverse piattaforme social in un solo colpo.

Atro punto di forza di questa piattaforma è la possibilità di analizzare accuratamente i vostri post, attraverso la funzione Viral Post.

Con questa feature sarà possibile visualizzare la maniera con cui il vostro pubblico si relaziona a voi traendo così utilissimi suggerimenti su quali possano essere le migliori tempistiche per pubblicare i vostri post.

Infine, la discovery tab vi permetterà di seguire i vostri nuovi follower a stretto contatto con chi analizza i vostri contenuti.

Altro punto di forza di Sprout Social, che lo differenzia dagli altri tools e giustifica il suo prezzo, è l’inclusione di un CRM tool che vi permette di tracciare tutte le interazioni con i vari users e ottenere in questo modo un approccio più accurato e personalizzato in tempo reale.

La parte analytics di Sprout social è ben curata e infarcita di tutte le informazioni necessarie per poter utilizzare le statistiche che la piattaforma compila in modo da pianificare strategie vincenti sui nostri social.

Pro:

  • Tantissimi micro tools e feature a disposizione;
  • Interfaccia intuitiva;
  • Smart Inbox;
  • Social CRM.

Contro:

  • Prezzo;
  • Imbossibilità di pubblicare su FB e LinkedIn gruppi.

Conclusioni

Come scegliere il social media management tool più adatto al nostro profilo?

Sulla base della mia esperienza vi segnalo quella che ritengo sia la piattaforma migliore.

Personalmente non ho alcun interesse ad investire somme di denaro in un social media management tool.

Hootsuite, quindi, rappresenta la soluzione migliore per me.

Il piano free comprende la maggior parte delle feature necessarie per poter svolgere le attività più importanti sui social.

Per il mio utilizzo quotidiano ritengo, inoltre, Hootsuite migliore rispetto a Buffer.

Attraverso la sua interfaccia riesce a darmi un’apprezzabile overview di tutti i social che visualizzo abitualmente e, allo stesso tempo, posso calendarizzare i contenuti più importanti.

Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto

Se però vi muovete in ottica aziendale o siete un marketer con un corposo portafoglio clienti, allora vi consiglio di usare Sprout Social.

L’integrazione del CRM tool al suo interno, unita alle avanzate capacità analytics, vi permetterà di gestire le vostre piattaforme social al meglio, trovando risposte più personalizzate per i vostri users.

Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto

…la domanda a questo punto viene da se:  che social media tool hai scelto per le tue esigenze ?

Se ti va non esitare a scriverlo nella sezione commenti, sarei curioso di conoscere il tuo punto di vista 🙂

Spero di esserti stato utile con questa piccola review, ti sarei 1milione di volte grato se condividessi questo articolo sulla tua piattaforma social preferita 😛

Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social il confronto

 

RICEVI SOLO LE NEWS MIGLIORI
Immagina di ricevere una newsletter che non sia piena di spam o pubblcita`, pensa una newsletter ricca di contenuti interessanti e aggioranti da leggere. Fatto? Iscriviti lasciando solo il tuo nome e mail per provarla dal vivo 😉
I hate spam. Your email address will not be sold or shared with anyone else.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *