Uncategorized

I 5 errori più comuni su Instagram fatti dai brand al giorno d’oggi

Instagram è uno dei più dinamici e diffusi social media nel panorama attuale.

Con più di 700 milioni attivi al mese in tutto il mondo (source)  con più di 40 miliardi di foto uploadate fino al giorno d’oggi (source).

Instagram è una piattaforma basata sul visual engagement e, proprio per questo motivo,rappresenta una efficace vetrina online in cui far apparire il proprio brand. Errori più comuni su Instagram fatti dai brand al giorno d’oggi

La piattaforma, pure apparendo al primo contatto di facile utilizzo e decisamente friendly, risulta, in effetti, per un brand che voglia utilizzarla, più ostica del previsto, con il rischio concreto di creare danni di immagine con conseguente perdita di authority verso il proprio pubblico.

Quali sono gli errori più comuni che i business fanno al giorno doggi?

Come è possibile far risaltare il nostro brand tra la moltitudine di immagini e messaggi presenti su questa piattaforma?

Vi descrivo di seguito i 5 errori più comuni compiuti su questo social evidenziando atteggiamenti e strategie per evitarli!

Pronti ? Iniziamo…

1- TONO DI VOCE

Capita spesso su Instagram di trovare brand che lanciano messaggi confusi ed inconsistenti.

Ad esempio, supponiamo di avere un brand di scarpe e di postare foto dei nostri prodotti, negozi e quant’altro sia in linea con il nostro business; ma, insieme a questi post, inseriamo talvolta foto di gattini e di tramonti solo perché di nostro gradimento.

Anche se una foto soddisfa i nostri gusti sarebbe opportuno verificare che non distolga l’attenzione dalla promozione del nostro brand.Errori più comuni su Instagram fatti dai brand al giorno d’oggi

Cosa si può fare per non incorrere in questo errore?

Per prima cosa mai perdere di vista il nostro core value ed il nostro business objective che devono sempre essere elementi centrali della presenza del nostro brand sul social.

A seguire bisogna avere la costanza di rivedere ed analizzare i nostri contenuti e quelli dei nostri competitors proprio per essere sicuri che il tono di voce che stiamo utilizzando e limmagine che stiamo diffondendo siano corretti.

2- CONCENTRARSI TROPPO NELLA VENDITA PRODOTTO

Intasare di nostri prodotti Instagram non è il metodo giusto per ottenere visibilità e aumentare la nostra fan base.

Condividere in maniera eccessiva i nostri prodotti farebbe diventare il nostro account un mero catalogo di oggetti, come in questo esempio rappresentato da  Bricocasa.

 

Ricordate il discorso fatto nel punto precedente sul tono di voce?

Il tono di voce da usare sarà fondamentale per creare l’identità del nostro brand; evitiamo, quindi, che questo diventi un banale catalogo.

La gente, i cataloghi li sfoglia semplicemente thats it.

Evitiamo di trasformarci in venditori spammer seriali e utilizziamo Instagram per far crescereil nostro brand e la nostra immagine post dopo post.

Cerchiamo di instaurare un dialogo con gli utenti che commentano le nostre immagini, mostrando che vi è una persona e non un bot dietro il nostro account.

Il nostro obiettivo deve sempre essere quello di acquisire un cliente e non un semplice follower; pertanto, dobbiamo far entrare chi ci segue nella nostra vetrina online conquistandolo con le sfumature umane del nostro business

3 POSTARE IN MANIERA DISCONTINUA

Dosare in maniera opportuna ed equilibrata la nostra presenza sul social media senza che diventispammyma rendendola ogni giorno più convincente e accattivante non è affatto semplice.

Il nostro obiettivo primario è quello di conquistare lattenzione del nostro follower e rimanere nella sua mente senza apparire troppo invasivi o assolutamente inconsistenti?Errori più comuni su Instagram fatti dai brand al giorno d’oggi

Ecco dei brevi consigli che ci aiutano a dare il giusto bilanciamento tra questi due aspetti:

1- avere un calendario editoriale per la nostra presenza su Instagram che ci permetta di pianificare in anticipo la strategia social a livello di contenuti;

2- avere una divisione dei contenuti basata sulle categorie e sulle promozioni che lanceremo in futuro in modo da preparare in maniera adeguata il prodotto.


Con questi semplici accorgimenti riusciremo a raggiungere una presenza equilibrata, risultando convincenti e niente affatto invasivi agli occhi dei nostri followers.

Se sei alla ricerca di un social media scheduling tool ti consiglio di  non perderti qeusto confronto: Buffer vs Hootsuite vs Sprout Social : IL CONFRONTO !

4 NON INTERAGIRE CON LA TUA AUDIENCE

Come già detto il nostro obiettivo è quello di creare una solida identità per il nostro brand perinstaurare un dialogo proficuo con la nostra audience.

Riversare sul nostro pubblico solo contenuti unilaterali porterà in breve tempo alla consunzione della nostra strategia di marketing.

Catturare l’attenzione dell’utente nel mare di notizie che riceve non è cosa affatto semplice.

Oltre a proporre i nostri contenuti dobbiamo essere in grado di interagire con i nostri followers rispondendo ai commenti e aggiungendo qualche like e follow ai loro post.

Questo creerà sui nostri post un engagement immediato e duraturo.

Vi mostro di seguito due esempi che rappresentano concretamente un buono e cattivo esempio di  interazione del brand con il proprio pubblico:



 Errori più comuni su Instagram fatti dai brand al giorno d’oggi

5 NON UTILIZZARE CAMPAGNE ADS

Punto dolente degli instagrammer odierni; spesso si preferisce pagare BOT XY per avere fake followers piuttosto che cercare di vendere realmente il nostro prodotto e generare revenue.

Non utilizzare la possibilità di pianificare e mettere in atto campagne pubblicitarie per il nostro brand è una limitazione da superare.

Infatti, come per il suo cugino maggiore Facebook, la piattaforma di Instagram ci permette di selezionare, nella fase di pianificazione dellad stesso, una targetizzazione certosina del nostro pubblico attraverso opportuni filtri demografici, geografici, anagrafici e di altro tipo. Tutto questo attira pubblicità su Facebook decretando il successo incontrastato di questa piattaforma.

Sarà importantissimo nella pianificazione delle nostre ads cercare di essere specifici al massimo, in modo tale da mostrare al pubblico giusto la nostra pubblicità riuscendo allo stesso tempo ad abbassare i costi dellad stesso.Errori più comuni su Instagram fatti dai brand al giorno d’oggi

Già, perché Instagram, proprio come Facebook, ci premia se la nostra audience risponde positivamente alle inserzioni che facciamo, abbassando i costi dinserzione.

CONCLUSIONE

Se hai iniziato ad usare Instagram ma non raccogli ancora i risultati sperati probabilmente stai compiendo uno degli errori evidenziati in questo post.

Che tu sia un piccolo o grande brand il tempo è denaro ed è giusto che sia investito in maniera opportuna.Errori più comuni su Instagram fatti dai brand al giorno d’oggi

Il mio consiglio, in breve sintesi, è quello di non pensare esclusivamente alle vanity metrics quali numero di followers o like ma di trovare la maniera di umanizzare il rapporto con la tua audience.

Nel medio/lungo periodo tutto ciò ci darà la possibilità di convertire in maniera semplice il nostro pubblico in potenziali clienti.

pss..se stai cercando di dare un boost alle tue vendite attraverso i social media allora non perderti questo post!

 

RICEVI SOLO LE NEWS MIGLIORI
Immagina di ricevere una newsletter che non sia piena di spam o pubblcita`, pensa una newsletter ricca di contenuti interessanti e aggioranti da leggere. Fatto? Iscriviti lasciando solo il tuo nome e mail per provarla dal vivo 😉
I hate spam. Your email address will not be sold or shared with anyone else.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *